BREAKING NEWS

 

Approccio BIM

Il BIM (Building Information Modeling) è un processo che supporta la gestione dei documenti, il coordinamento e la simulazione durante l'intero ciclo di vita di un progetto (pianificazione, progettazione, costruzione, gestione e manutenzione) a partire dalla creazione di un modello 3D intelligente. 

 

La tecnologia BIM viene utilizzata per progettare e documentare i progetti di edifici e infrastrutture. Ogni dettaglio di un edificio viene modellato con il processo BIM. Il modello può essere utilizzato durante l'analisi per esplorare le varianti di progetto e creare visualizzazioni che consentono ai soggetti coinvolti di comprendere l'aspetto che l'edificio avrà prima della sua effettiva realizzazione. Successivamente, il modello viene utilizzato per creare la documentazione di progetto per la costruzione.

Prenota una consulenza gratuita

o inviaci una mail

PER SAPERNE DI PIÙ!

SuperBonus

Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus).

Scarica la nostra guida PDF

o inviaci una mail

PER SAPERNE DI PIÙ!

Sostenibilità

L’architettura sostenibile progetta e costruisce edifici per limitare l’impatto ambientale, ponendosi come finalità progettuali l’efficienza energetica, il miglioramento della salute, del comfort e della qualità della fruizione degli abitanti, raggiungibili mediante l’integrazione nell’edificio di strutture e tecnologie appropriate.

 

Fare architettura sostenibile significa saper costruire e gestire un’edilizia in grado di soddisfare al meglio i bisogni e le richieste dei committenti, tenendo conto già dalla fase embrionale del progetto i ritmi e le risorse naturali, senza arrecare danno o disagio agli altri e all’ambiente, cercando di inserirsi armoniosamente nel contesto, pensando quindi anche ad un riuso totale dello spazio e dei materiali.

Prenota una consulenza gratuita

o inviaci una mail

PER SAPERNE DI PIÙ!

Arredare una casa piccola

La vivibilità di un ambiente non dipende dalle sue dimensioni ma dalla qualità degli spazi che quest’ultimo è in grado di offrire.

Arredare una casa piccola può rappresentare un’ardua sfida. Spesso si crede che gli ambienti piccoli comportino necessariamente la rassegnazione al fatto che si debbano fare scelte obbligate e rinunce. In realtà però se la distribuzione degli spazi e la scelta dei componenti di arredo viene studiata accuratamente, si possono ottenere risultati sorprendenti fino al raggiungimento di mini-abitazioni dotate di ogni comfort.

Di seguito alcuni criteri di massima da seguire quando si devono progettare case con metrature ridotte.

La suddivisione degli spazi: si può optare per gli open space nella zona cucina-soggiorno, o addirittura per piante completamente aperte dove anche la zona notte si integra alla perfezione con la zona living, magari sfruttando l’altezza, se disponibile, con l’impiego di un soppalco. Se l’open space non è contemplato perché si vuole optare per una privacy maggiore, gli elementi divisori possono diventare un’ottima occasione salva spazio per sfruttare al meglio ogni centimetro della casa trasformandosi in pareti attrezzate o armadi. Lo stesso criterio può essere applicato sugli elementi divisori orizzontali, attraverso la creazione di un controsoffitto che abbassa di poco l’altezza del locale, si potrà avere a disposizione un ripostiglio dove ‘nascondere’ scatoloni, valigie e attrezzature varie.

La luce naturale: più ne entra meglio è! Grazie alla sua rifrazione sulle superfici interne, gli ambienti sembreranno immediatamente più ampi.

Le illusioni ottiche: diversi sono gli stratagemmi che si possono utilizzare per aumentare la percezione dello spazio. Tra questi troviamo senza dubbio il corretto impiego dei colori, meglio evitare quelli scuri, soprattutto nelle pareti perché tendono a rendere gli ambienti più cupi. Se il bianco è indubbiamente il colore migliore per rendere un ambiente luminoso e arioso, il total white non è l’unica soluzione che si può adottare. Il bianco accostato a dei colori brillanti in porzioni limitate della casa, crea dei punti di interesse che movimentano lo spazio e ne aumentano otticamente le dimensioni. Le carte da parati tridimensionali  e gli specchi sono altri ottimi alleati per dare un senso di profondità maggiore.

Less is more: nelle abitazioni piccole, dove gli spazi sono ridotti già in partenza, è importante non riempire la superficie di mobili e oggetti cercando di utilizzare uno stile minimal che contribuirà a rendere l’ambiente più ordinato, facendolo percepire anche più spazioso.

Avere un progetto dettagliato aiuta a non cadere in errori grossolani e quando lo spazio scarseggia avere una figura professionale al proprio fianco può fare la differenza. I tecnici di Zero Architecture offrono un’ora di consulenza gratuita in videochiamata per rispondere alle tue domande.

Prenota una consulenza gratuita

o inviaci una mail

PER SAPERNE DI PIÙ!